In Giappone per l’hanami: un viaggio alla scoperta della fioritura dei ciliegi

La primavera è un incredibile periodo di rinascita della natura, di profumi e di colori, ma in alcune zone del mondo lo è ancora di più: è il caso del Giappone, dove primavera è sinonimo di hanami, ovvero la celebrazione della magnifica e passeggera bellezza dei ciliegi in fiore, una pianta che decora moltissime città della nazione e che, in primavera, è un tripudio di fiori rosa.

Quindi quale occasione migliore per visitare il Giappone del periodo della fioritura? Ecco tutto quello che c’è da sapere per organizzare un viaggio alla scoperta dell’hanami.

Che cos’è l’hanami e come lo celebrano i giapponesi

Hanami vuol dire letteralmente ammirare i fiori, e per il Giappone è una tradizione antichissima, che è iniziata nel 700 d.C. per essere tramandata fino ai giorni nostri, in cui è ancora molto sentita. I fiori protagonisti di questa fioritura incredibile sono principalmente i fiori di ciliegio, che in giapponese si chiamano sakura.

Lo spettacolo è davvero impressionante: il Giappone, infatti, è pieno di piante di ciliegi, perché il suo fiore riveste culturalmente un significato molto importante. Soprattutto, il sakura rappresenta la caducità della bellezza: infatti è un fiore molto appariscente, ma sboccia solo per alcuni giorni, e proprio per questo è stato assunto a simbolo della bellezza della vita.

Lo spettacolo della fioritura attira migliaia di turisti da tutto il mondo, e veri e proprio pellegrinaggi degli stessi giapponesi, che vanno alla ricerca della località più bella in cui ammirare lo spettacolo di un evento che si ripete ogni anno.

Esistono anche delle vere e proprie celebrazioni in onore dell’hanami: per la maggior parte sono dei party o dei pic nic sotto le fronde fiorite degli alberi, spesso arricchiti da balli, musiche e intrattenimento, e a volte sono organizzati di notte e i ciliegi sono adornati con le tipiche lanterne di carta.

Il periodo giusto per vedere l’hanami e dove ammirarlo

Il periodo della fioritura varia di molto, ma generalmente è concentrata nell’ultima settimana di marzo e nelle prime due settimane di aprile per la maggior parte del continente: per essere sicuri di non perderlo è possibile consultare il sito ufficiale della Japan Meteorological Corporation, dove gli esperti aggiornano costantemente sulle date precise dell’hanami nelle varie zone del Paese.

Uno dei luoghi più belli per ammirare la fioritura è Hirosaki, dove è ospitato un parco con più di 2.500 piante, la maggior parte delle quali sono ciliegi che formano boschi, viali, tunnel e che circondano i canali: qui i giorni dell’hanami sono una vera magia.

Per chi cerca dei luoghi più contemplativi, è perfetta invece la zona del Monte Fuji, con le sue vallate fiorite ricche di sakura e del famoso muschio rosa, ma è bellissima anche la zona del Monte Yoshino, che offre uno dei migliori belvedere del Giappone per ammirare la fioritura: qui le valli, infatti, diventano bianche per la fioritura di un particolare tipo di ciliegi dai petali bianchi, tra cui pascolano liberamente cervi selvatici.

Se preferite le città, Tokyo organizza tantissime feste per l’hanami, ma lo spettacolo più bello è ai giardini di Chidorigafuchi perché la notte i ciliegi sul canale sono illuminati da un gioco di luci suggestivo, mentre a Kyoto si può scegliere se ammirare i fiori ai margini della giungla o farlo dai tradizionali templi, come il Kinkaku-Ji.