Vacanza in Salento spendendo poco: qualche consiglio

Gallipoli, Lecce, Otranto, Porto Cesareo sono diventate mete ambitissime e, di conseguenza, anche i prezzi di b&b, ristoranti e servizi correlati sono cresciuti in coerenza con la domanda. Ma ciò non significa che il territorio sia diventato inaccessibile a chi voglia viaggiare spendendo poco, anzi. Un b&b con piscina Salento in una delle mete più ‘In’ della costa e a pensione completa impone un budget non per tutti, ma ci sono soluzioni alternative per abbattere i costi del proprio soggiorno. Ecco alcuni consigli.

Risparmiare sull’alloggio

Se disponi di un mezzo proprio, non avrai grosse difficoltà a spostarti e, per tale ragione, puoi prendere in considerazione l’idea di affittare una stanza in una struttura dell’entroterra salentino. In realtà parlare di entroterra è quasi improprio poiché in qualunque zona del Tacco d’Italia la distanza dal mare non sarà mai superiore ai 20 km, facilmente percorribili in auto e in breve tempo. Allontanandoti dalla costa potrai abbattere i costi per il pernottamento e, se opti per un appartamento in condivisione con altri amici, eliminerai anche il rischio di farti ‘spennare’ da ristoranti e lidi turistici.

Tagliare i costi del cibo

In Salento bisogna sapersi muovere e stare attenti ai posti scelti. Insomma, non puoi pretendere di andare a mangiare pesce sul lungomare di Gallipoli senza spendere cifre consistenti. Per mangiare, allontanati dalle mete turistiche oppure opta per la rosticceria del posto: rustici e calzoni, ottime tipicità locali, permettono di sfamarsi con pochissimi euro e gustando cibi difficili da reperire altrove.

Spiagge libere

Ad agosto, i prezzi di un ombrellone e di una sdraio presso i lidi più in voga della costa hanno prezzi piuttosto alti. Ma non demordere, forse dovrai cercare un po’ ma, alla fine, ci sono sempre spiagge libere dove godersi il mare e il sole salentini a costo zero. Non sarà certo l’assenza del lettino a rendere il posto meno bello.