Cosa fare alle Isole Canarie in vacanza

Se esiste un arcipelago particolarmente amato dai vacanzieri italiani è certamente quello delle Isole Canarie, situato nell’Oceano Atlantico al largo della costa nord-occidentale dell’Africa.

Se infatti vorrete andare in vacanza alle Canarie sarà difficile non imbattersi in qualche turista o cittadino originario della penisola italiana.

Le isole dell’arcipelago sono Lazarote, Tenerife, Fuerteventura, Gran Canaria, e le meno conosciute Hierro, La Palma e La Gomera, che sono sicuramente zone meno turistiche.

Se avete deciso di compiere quest’avventura, di seguito andremo a vedere quali sono i posti più belli delle quattro isole principali delle Canarie e quale sarà quella più adatta a voi.

L’isola di Fuerteventura

Sostanzialmente Fuerteventura è la più economica delle isole ed è indicata per chi vuole passare la vacanza tra mare e spiaggia, soprattutto in famiglia, per i resort All-Inclusive che permettono di passare anche più tempo in hotel e consumare lì i pasti della giornata. Sono presenti le spiagge più estese con sabbia chiara, con un panorama arido e anche desertico.

Le principali località sono Corralejo e Jandia; ma particolarmente indicata per chi ama gli sport acquatici come il surf è la località ventosa di Sotavento. Fuerteventura è anche detta Spiaggia delle Canarie, ci sono spiagge lunghe decine e decine di chilometri, per esempio quella di Jandia si distende per circa 40km, ideale per lunghe passeggiate in tranquillità.

L’isola di Lazarote

Lazarote è l’isola più piccola delle 7, poco più costosa di Fuerteventura, è definita come l’Isola Lunare, perché è particolarmente visibile la sua origine vulcanica, sono presenti sul territorio infatti numerose bocche vulcaniche, che si possono anche visitare.

Meta turistica molto ambita è il Parco Vulcanico di Timanfaya, dove la particolarità è il fatto che si passi all’interno con un autobus che trasporta alla visitazione del parco, dove saranno visibili le stratificazioni di lava.

Grazie ai suoi paesaggi di rocce e spiagge che fanno da contorno alle particolari casette piccole e bianche, Lazarote è assolutamente indicata per chi vuole alternare giorni di mare a giorni di escursioni ed esplorazioni.

L’isola di Tenerife

Tenerife è più costosa rispetto a Fuerteventura ma anche questa più adatta a chi preferisce esplorare il territorio paesaggistico, ricco di bellezze naturali, tra cui non si può non citare il Teide, il vulcano di Tenerife, che è il monte più alto della Spagna e qui è comune praticare trekking. Si passa quindi da una vegetazione molto fitta per poi passare alle spiagge, ma anche ai territori montuosi.

Si può comunque considerare anche per una vacanza fatta di solo mare, anche se le spiagge sono di dimensioni inferiori rispetto a quelle di Fuerteventura.

Le località turistiche più amate si trovano al sud dell’isola e si può trovare tutto ciò che potete desiderare, dalle discoteche più animate, ai locali, ristoranti, bar, e a qualsiasi ora è un isola molto accesa e viva.

L’isola di Gran Canaria

Gran Canaria è anch’essa indicata per una vacanza più dinamica, in cui è possibile esplorare la zona, ma possiede anche delle meravigliose distese di sabbia, come la famosa Spiaggia delle Dune di Las Palomas, dove potrete ammirare il panorama di queste dune, la spiaggia che si portano dietro e capirete in un attimo l’atmosfera meravigliosa di tranquillità e pace interiore che questo luogo risveglia.

E’ detta isola Redonda (per la sua forma rotonda) o isola dell’eterna primavera; grazie al suo clima mite tutto l’anno infatti, le uniche stagioni che si incontrano sono la primavera e l’estate. Questa è assolutamente la più grande e la più costosa tra le 7 isole.